I mediatori del trasferimento tecnologico a fianco della PA per rispondere ai bisogni dei cittadini

20/05/2010 - Roma, ForumPA

Qualità dell'acqua, gestione dei rifiuti, riduzione delle emissioni inquinanti, accesso alla cultura e alla comunicazione, mobilità: l'innovazione tecnologica può offrire soluzioni per migliorare la vita dei cittadini e l'organizzazione dei servizi nelle città?
L'innovazione sperimentata dalla Pa riguarda, in primis, il suo rapporto con i cittadini, attraverso una più efficace erogazione e fruibilità dei servizi. La pubblica amministrazione, gli enti locali, le aziende dei servizi possono essere uno straordinario motore di innovazione valorizzando i risultati della ricerca pubblica per rispondere a nuovi bisogni dei cittadini. Eppure questo processo virtuoso stenta a svilupparsi.
La realizzazione di modelli e servizi innovativi non consiste semplicemente nella valorizzazione e razionalizzazione delle risorse disponibili ma richiede una molteplicità di competenze, di risorse e di attori presenti sul territorio e rende nodale il ruolo degli organismi collettivi e delle professionalità coinvolti nell'opera di mediazione, integrazione e accompagnamento tra questo sistema, il tessuto produttivo e le comunità locali: i mediatori del trasferimento tecnologico.
Per realizzare servizi innovativi che rispondano ai bisogni dei cittadini non servono semplicemente soluzioni tecnologiche ma prima ancora far emergere nel sistema delle imprese e della PA un fabbisogno di innovazione spesso inconsapevole o inespresso. I mediatori di trasferimento tecnologico possono interpretare e aggregare le domande di ricerca e sviluppo tecnologico del territorio facendole incontrare con il mondo delle università e dei centri di ricerca.
Il convegno intende fornire nuovi modelli e pratiche di valorizzazione della ricerca scientifica e di trasferimento tecnologico a supporto dell'innovazione dei servizi resi dalla Pubblica Amministrazione ai cittadini, partendo da esperienze e progetti che hanno visto coinvolti attori diversi quali le università, le imprese e le agenzie di promozione dell'innovazione.

PROGRAMMA
Introduce e Coordina:
Stefano Ciccone (Coordinatore Ufficio Parco Scientifico - Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Consiglio Direttivo FTI)
Intervengono:
"La collaborazione tra CNR e pubbliche amministrazioni nei vari settori dell'innovazione", Manuela Arata
(Responsabile Trasferimento Tecnologico - CNR)
"ICT, accesso alle reti, comunicazione, socialità, cittadinanza", Serena Dinelli (Forum Tecnologie dell'Informazione)
"Nuove tecnologie per l'innovazione: esperienze di collaborazione con il mondo della ricerca", Mauro Draoli (Ufficio Tecnologie Innovative - DigitPA)
"Dalla gestione integrata dei rifiuti alla gestione del ciclo delle merci e del packaging", Maria Ioannilli (Dipartimento di Ingegneria Civile - Università degli Studi di Roma Tor Vergata)
"Monitoraggio delle acque e monitoraggio ambientale", Roberto Paolesse (Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche - Università degli Studi di Roma Tor Vergata)
"Dallo Spazio alla Terra: un modello di trasferimento tecnologico e di servizi innovativi per il governo del territorio", Walter Piperno (Unità "Marketing dei Prodotti" - ASI: Agenzia Spaziale Italiana)
"Il public procurement per l'innovazione: politiche e risultati nelle diverse regioni italiane", Chiara Cavallaro (Istituto di Studi sui Sistemi Regionali Federali e sulle Autonomie - CNR)
"Il ruolo della Provincia di Roma nella promozione dell'innovazione", Gian Paolo Manzella (Direttore Dipartimento Servizi per le Imprese e Sviluppo economico - Provincia di Roma).