Smart Card: a che punto siamo? Dall'applicazione delle tecnologie innovative alle opportunitā per l'utenza

Chartaforum Italia - 22/11/2002 - Milano (Fiera, Sala Camperio) - 09:30

Secondo i dati di Celent Comms del 2001, su 233 milioni di smart card bancarie operative nel mondo l'Europa ha una quota dell'84%. Un'ottima posizione, ma lo sviluppo di questi strumenti va ben oltre le operazioni finanziarie.
Anzi, pare proprio che il loro successo si giocherà in comparti molto diversi. Infatti, grazie alle tecnologie elettroniche di cui si servono, possiedono capacità di elaborazione e memorizzazione che consentono di dare servizi ai cittadini, ma pure possono diventare mezzi di identificazione del portatore o essere in grado di attivare transazioni con infrastrutture di servizio.
La portata delle applicazioni in corso di realizzazione e le dimensioni dell'impatto sul mercato dell'automazione da parte delle smart card sembrano senza confini: dalla telefonia mobile (sim card) alla fidelizzazione della clientela; dal supporto per la sicurezza delle transazioni (identificazione del portatore e firma digitale), al progetto della carta d'identità elettronica ed alle applicazioni sanitarie; dal nuovo Bancomat a microcircuito alla carta nazionale dei servizi. In sintesi è uno
scenario in costante crescita e dalle grandi potenzialità.
È sicuro che, grazie alle nuove applicazioni, il cittadino potrà fruire nei prossimi anni di servizi pubblici più semplici e, in parallelo, il sistema bancario offrirà nuove opportunità ai propri clienti.
Partendo dalla pubblicazione del Quarto Osservatorio sulle carte elettroniche in Italia, elaborato dal Forum per la Tecnologia dell'Informazione (FTI), il workshop intende sviluppare il confronto tra aziende, amministrazioni pubbliche, consumatori e cittadini sui nuovi progetti relativi all'uso delle smart card come elemento innovativo di front office.

PROGRAMMA

9.30 Registrazione dei partecipanti
10.00 Il 4° Rapporto sulle smart card (Giorgio Pacifici, presidente FTI)
10.30 Interventi di :
Francesco Orlandini (TSP - Gruppo SSB)
Paolo Lago (Regione Lombardia)
Stefano M. Salacone (Incard)
Marco Torri (Oberthur)
Ottavia Sitia (Un. Cattolica, Milano)
Danilo Magionesi (FTI-Chartaforum Italia)
Marco Citterio (Camera di Commercio di Como)


Rassegna stampa: