L'Italia della moneta elettronica. Terzo Osservatorio

Edito da: Franco Angeli 1999
Iniziativa: Chartaforum Italia

Visualizza copertina
Autori:
Giorgio Pacifici
Vito Catania


Secondo Tommaso Padoa Schioppa, tre forze hanno promosso lo sviluppo delle carte di pagamento: l'evoluzione dei bisogni dei consumatori e dei clienti, l'innovazione dei servizi finanziari, il progresso della tecnologia. Sicuramente, tra i nuovi strumenti di pagamento, le carte sono il settore più interessato da fermenti innovativi e perciò quello per il quale le banche, i consumatori e gli altri operatori sono chiamati a compiere le scelte più impegnative. In particolare, l'evoluzione rapida della tecnologia delle carte elettroniche (dalle carte a banda magnetica alle smart card e alle carte laser) rende possibili applicazioni on-line ed off-line sempre più diversificate ed interessanti. Moneta elettronica, borsellino elettronico, commercio elettronico sono espressioni che sempre più entrano nel linguaggio comune e confermano che la fase iniziale di sviluppo delle carte è terminata e che, anche nel nostro paese, l'uso di questi strumenti conquista ogni giorno più attenzione da parte dei consumatori e nascono, di conseguenza, nuove iniziative d'impresa. C'è quindi la necessità di aggiornare il quadro dei dati sul numero di carte circolanti, sull'ammontare totale delle somme trasferite, sulla diffusione e distribuzione dei punti vendita nei quali è accettata la moneta elettronica. E' questo il compito che FTI ed ARCO si sono dati da tempo e che rinnovano in questo terzo Osservatorio, nel quale sono aggiornati, i dati di diffusione delle carte di pagamento e delle loro applicazioni e sono proposte le analisi di mercato e le prospettive. Il volume, destinato agli esperti ed agli operatori tecnologici e finanziari del mondo delle carte, contiene tutti gli elementi conoscitivi dei quali disporre per meglio interpretare l'evoluzione in questo settore.

Giorgio Pacifici, sociologo dei fenomeni politici ed economici, ha operato presso gli Uffici studi di istituti di ricerca di imprese e di enti della pubblica amministrazione. Insegna presso la facoltà di Scienze Politiche all'Università di Parigi. Dal 1993 è presidente del Forum per la Tcnologia dell'Informazione e dal 1989 è presidente di ARCO (Associazione per la ricerca comparata e interdisciplinare).

Vito Catania, ingegnere elettronico specializzato presso la Scuola Superiore Poste e Telecomunicazioni, dal 1992 si occupa del mercato dell'ICT, delle tecnologie delle applicazioni delle carte elettroniche. Opera nell'ambito del Forum per la Tecnologia dell'Informazione.