Cyberwar o sicurezza? Secondo Osservatorio Criminalita' ICT

Edito da: Franco Angeli 2000
Iniziativa: Sicurforum Italia

Visualizza copertina
Autori:
Marco Bozzetti
Pieraugusto Pozzi


L'attenzione alla sicurezza dell'informazione e della comunicazione è stata fino a poco tempo fa prerogativa degli specialisti ma lo sviluppo impetuoso della rete Internet e delle attività di business che su di essa si realizzano, richiede che tutti siano consapevoli dell'importanza del problema e della necessità di affrontarlo in maniera globale. Ciò significa associare alle misure tradizionali di sicurezza fisica quelle relative alla sicurezza logica, anteponendo l'analisi del rischio alla progettazione dei sistemi e alla definizione delle misure che garantiscano la sicurezza globale dell'informazione e della comunicazione.


Per favorire lo sviluppo di sensibilità e cultura in materia di sicurezza ICT (Information & Communication Technology), occorre disporre di dati ed informazioni sulle tecniche di attacco. Per queste ragioni il Forum per la Tecnologia dell'Informazione, in collaborazione con il Centro SPACE dell'Università Bocconi, ha istituito nel 1996 l'Osservatorio sulla Criminalità ICT, con l'obiettivo di monitorare in maniera continuativa e sistematica i fenomeni criminali commessi per mezzo o ai danni di sistemi ICT in Italia. Al volume uscito nel 1997 si affianca ora, con la collaborazione di SMAU, questo II Rapporto dell'Osservatorio "Cyberwar o sicurezza?", che riporta i dati raccolti presso un campione significativo di enti ed imprese nazionali sulle tipologie di attacco effettivamente subite nel corso degli ultimi tre anni, sui virus informatici, sui tipi di attacco temuti, sulle loro motivazioni e sui tempi di ripristino richiesti per ritornare alla piena funzionalità del sistema. Il volume contiene anche approfondimenti sugli aspetti tecnici, normativi ed organizzativi più significativi della sicurezza dell'informazione e della comunicazione redatti da qualificati esperti delle istituzioni e delle imprese.

Marco Bozzetti, ingegnere elettronico, è dirigente ENI. da più di 25 anni opera presso imprese industriali e di consulenza ed è stato uno degli idatori dell'Osservatorio europeo EITO. Autore di saggi ed articoli è socio fondatore dell'FTI, presidente Sicurforum Italia e vicepresidente del ClubTI di Milano.

Pieraugusto Pozzi, ingegnere elettronico, ha svolto attività di ricerca e progetto. Segretario generale del Forum per la Tecnologia dell'Informazione, si occupa degli aspetti economici, normativi ed applicativi delle reti, del commercio elettronico, della sicurezza. Docente universitario a contratto.

Rassegna stampa: