La Polis Internet

Edito da: Franco Angeli 2000

Visualizza copertina
Autori:
Paul Mathias
Giorgio Pacifici
Pieraugusto Pozzi
Giuseppe Sacco


La Polis Internet tratta la Rete dal punto di vista della e-society, delle relazioni internazionali, della new economy ed il volume offre, oltre a spunti di approfondimento e di riflessione, informazioni aggiornate e interessanti dati previsionali. Gli Autori, italiani e francesi, operano nell'ambito di una delle scuole più vivaci del pensiero politico europeo, l'Institut d'Études Politiques di Parigi.

Internet è il primo prototipo della convergenza digitale. Essa non è più identificabile semplicemente come un'infrastruttura di rete, ma piuttosto come un nuovo universo, una nuova polis. Nel volume sono discusse le ragioni per le quali Internet si sia così fortemente emancipata dalle altre reti di telecomunicazione e sia in grado, come sistema, di monopolizzare l'interesse della politica, della finanza, del mercato, dell'opinione pubblica.

Paul Mathias, ancien éléve della ecole Normal Supérieure, professore di filosofia al Lycée Henry IV, insegna presso l'Institut des Etudes Politiques di Parigi, presso il quale partecipa al grupppo di riflessione sulle nuove tecnologie nell'insegnamento e nella ricerca. Collabora anche all'Atelier Internet della Rue d'Ulm.

Giorgio Pacifici, sociologo dei fenomeni politici ed economici, ha diretto uffici studi di istituti di ricerca, di imprese e di enti della Pubblica Amministrazione. Insegna preso l'Institut des Etudes Politiques di Parigi. Presidente del Forum per la Tecnologia dell'Informazione e di ARCO - Istituto per la Ricerca Comparata ed Interdisciplinare.

Pieraugusto Pozzi, ingegnere elettronico, ha svolto attività di ricerca e progetto. Segretario generale del Forum per la Tecnologia dell'Informazione, si occupa degli aspetti economici, normativi ed applicativi delle reti, del commercio elettronico, della sicurezza. Docente universitario a contratto.

Giuseppe Sacco, professore ordinario di Relazioni e sistemi economici internazaionali all'Università di Roma. ha insegnato nelle Univesrità di Parigi, Oxford, Princeton, San Francisco e Los Angeles. Già Capo divisione dell'OCSE e consulente dell'ONU, ha lavorato in oltre 50 paesi.

Rassegna stampa: