Commercio Elettronico e XML. Scenari, tecnologie, applicazioni

Edito da: Franco Angeli 2001
Iniziativa: Ediforum Italia

Visualizza copertina
Autori:
Pieraugusto Pozzi
Marco Casagni
Piero De Sabbata
Fabio Vitali


(in copertina "Carta da poker", linoleografia di Oscar Inglese, 1969)
Commerciare significa svolgere attività di marketing e poi scambiare effettivamente beni o servizi tra acquirenti e venditori. Parallelamente a quello dei beni, vi è un flusso che coinvolge tutti i soggetti (partner commerciali, finanziari, logistici) che si scambiano informazioni strutturate (dai cataloghi agli ordini di acquisto, dai documenti di trasporto a quelli di pagamento).
L'applicazione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione a tali flussi informativi, cioè il Commercio Elettronico, consente, anzi richiede, di ridisegnare le relazioni e le procedure commerciali.
Internet, infrastruttura di comunicazione e cooperazione aperta ed universale, consente oggi anche alle Piccole e Medie Imprese (PMI) di accedere ad applicazioni di Commercio Elettronico. In tale ambito, XML, un linguaggio della stessa famiglia di HTML, consente di strutturare e marcare i documenti, favorendone la riusabilità, la flessibilità e l'apertura ad applicazioni complesse. XML permette quindi di superare le incompatibilità dei formati e dei programmi applicativi e, conseguentemente, facilita la cooperazione tra operatori di una medesima filiera produttiva e distributiva (secondo i modelli organizzativi di filiera e di settore noti come E-marketplace, Supply Chain Management).
Il volume, indirizzato a tutti coloro che hanno interesse al tema del Commercio Elettronico, introduce alla conoscenza di XML e descrive scenari organizzativi, tecnici, applicativi e casi di studio significativi come quello del Tessile-Abbigliamento.

Pieraugusto Pozzi, ingegnere elettronico, ha coordinato attività di ricerca e progetto nell'ICT. Segretario generale del Forum per la Tecnologia dell'Informazione, si occupa degli aspetti economici, normativi ed applicativi delle reti, del commercio elettronico, della sicurezza. Docente universitario a contratto.

Marco Casagni, ingegnere elettronico. Dopo una breve esperienza in Olivetti, giunge in ENEA nel 1985, dove inizialmente si occupa di nucleare. Nel 1992 passa alla Divisione DIFF, dove si occupa della gestione di progetti e iniziative complesse destinate al mondo delle imprese. Attualmente è responsabile dei "Servizi di trasferimento tecnologico" del piano Sertec della L. 488/Murst.

Piero De Sabbata, ingegnere elettronico, svolge la sua attività presso la Divisione Diffusione dell'Innovazione dell'ENEA. Responsabile di progetti di ricerca e trasferimento tecnologico, si è occupato in particolare di innovazione per le filiere industriali della ceramica e del Tessile-Abbigliamento.

Fabio Vitali, membro del Dipartimento di Scienze dell'Informazione dell'Università di Bologna. Si occupa da anni di sistemi ipertestuali e World Wide Web.
Fa parte del comitato organizzatore della Conferenza Internazionale del World Wide Web e del Working Group IFIP su Internet Applications

Allegati:
Indice del Volume e Prefazione


Rassegna stampa: