Romascienza. Innovazione, qualita' e sviluppo per Roma

Edito da: Franco Angeli 2004

Visualizza copertina
Autori:
Stefano Ciccone (a cura di )
Giorgia Caso (a cura di)
Alessandro Finazzi Agrņ (Presentazione)
Vincenzo Vita (Prefazione)
Laura Savini e Alberto Silvani
Giovanni Abramo
Roberto Battisti
Floriana Di Giacomo
Claudio Germinario
Davide Fratini
Giorgio Pacifici e Pieraugusto Pozzi
Gianni Celata
Francesco Vatalaro e Marco Vari
Franco Arcieri
Angelo Viticchič
Maria Enrica Parenti
Serena Dinelli
Fabio Marcelli
Anna Moreno e Sergio Grande
Flavia Zucco
Gabriella Bonacchi,Isabella Peretti,Vittoria Tola
Rossella Palomba
Giulia Pancheri
Maria Carolina Brandi
Flavia Cristaldi
Silvia Macchi
Maria Camilla Briganti
Giovanna Scassellati Sforzolini
Nadia Pallotta
Luisa Bartorelli
Domenica Taruscio
Marina Frontali
Bruno Manzi
Walter Tocci
Michele Ieradi
Silvano Curcio
Lorenza Fiumi, Catia Atturo, Christian De Lorenzo
Armando Cancelli
Manuela De Lorenzo


(in copertina "Senza titolo", olio su tela di Alberto Bardi, particolare, 1974)
A fronte della crescita del ruolo della innovazione tecnologica nei processi di sviluppo e nella vita quotidiana di ciascuno, diventa sempre più urgente costruire "un'alfabetizzazione all'innovazione" delle istituzioni e dei cittadini.
Un'alfabetizzazione che permetta un "governo sociale e condiviso" dei processi di innovazione tecnologica, delle loro implicazioni sociali e delle conseguenze sul modo di produrre, di comunicare, di vivere la città.
Per questa ragione sono stati raccolti, in questo volume, dati, analisi e interventi, presentati durante la prima edizione di Romascienza.
Romascienza ha infatti l'obiettivo di evidenziare come i risultati della ricerca, svolta nelle Università e negli altri enti di ricerca romani, possano contribuire
a rispondere a vecchi e nuovi bisogni dei cittadini.
Ma anche contribuire ai progetti di sviluppo della città e creare su questi nuove attività produttive, nuove opportunità di mercato per le imprese, e promuovere politiche di sviluppo volte ad incrementare l'apporto delle conoscenze scientifiche e tecnologiche al sistema economico locale.
"In questo scenario, la manifestazione Romascienza non potrebbe essere organizzata in un momento più opportuno: in quanto è all'ordine del giorno il dibattito sulla necessità di stimolare l'attività di ricerca non solo come antidoto ad una percepita minore competitività del nostro paese ma anche come motore dello sviluppo locale. È opportuno allora ricordare che in termini qualitativi e quantitativi Roma presenta il maggiore potenziale di ricerca esistente in Italia e gli enti locali, ognuno con le proprie competenze, dovrebbero cercare di mettere in evidenza questa straordinaria risorsa. Romascienza si propone appunto di stimolare il dibattito sul sistema di ricerca romano e di essere l'occasione nella quale ricerca, industria e politica trovino un piano operativo per rimuovere gli ostacoli che si frappongono alla utilizzazione delle grandi risorse umane e strumentali disponibili."
(Alessandro Finazzi Agrò, Rettore dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata)

Allegati:
Indice
Presentazione, di Alessandro Finazzi Agrņ
Prefazione, di Vincenzo Vita
Summary (in English)


Rassegna stampa: